Schola secondari in le Statos Unite accusate de spionage contra su studentes in Internet.

(Languages of this post: Italian, Interlingua)

Una coppia della Pennsylvania, negli Stati Uniti, ha denunciato a nome del loro figlio, un distretto scolastico fornente computer portatili agli studenti della scuola secondaria.

Michael e Holly Robbins hanno citato in giudizio il distretto scolastico, a nome del loro figlio e degli altri studenti che avevano ricevuto un laptop dal distretto scolastico.

Essi hanno spiegato che il loro figlio era stato rimproverato dalle autorità scolastiche “per essere coinvolto in un comportamento inadeguato a casa” e che la prova era stata registrata da una telecamera nascosta all’interno del portabile datogli dalla scuola.

La scuola ha detto che le telecamere erano state installate affinchè i computer potessero essere ritrovati in caso di furto o smarrimento.

Il Lower Merion School District ha detto sul suo sito web di aver distribuito i computer a 1.800 studenti che frequentano due campus delle scuole superiori locali, al fine di provvedere loro l’accesso ai materiali didattici ventiquattro ore al giorno.

Nella loro denuncia il signor e la signora Robbins sostengono che i funzionari del distretto scolastico abbiano invaso la privatezza di questi adolescenti quando registrarono segretamentele loro attività.

Essi hanno aggiunto che le telecamere nascoste erano state attivate con un telecomando e che le immagini registrate potrebbero includere tutto ciò che stesse accadendo nella stanza in cui si trovasse uno di questi laptop.

Il testo della denuncia sostiene tra l’altro che “poichè i portatili sono stati utilizzati nelle case degli studenti stessi, delle loro famiglie e dei loro amici, è concepibile che molte delle immagini registrate e archiviate possano contenere situazioni compromettenti, comprendendo corpi seminudi o svestiti”.

Recentemente, il quartiere di Lower Merion scuola pubblicò sul suo sito web una lettera inidirizzata ai genitori in cui si sostiene che i funzionari scolastici “hanno sempre fatto grandi sforzi per proteggere la privatezza dei loro studenti”.

Nella lettera, il sovrintendente scolastico, Christopher McGinley, ha spiegato in dettaglio il funzionamento delle telecamere di sicurezza e ha aggiunto che esse sarebbero state attivate solo quando un particolare computer, fosse denunciato come rubato o smarrito.

“La telecamera di sicurezza è limitata a prendere soltanto una fotografia della persona seduta davanti al computer”, ha detto McGinley, “ed è utilizzata solo per fini di individuazione di un computer perso o rubato. I funzionari del distretto non hanno mai attivato la telecamera di sicurezza per qualsiasi altro scopo.”

Tuttavia, McGinley ha detto che il distretto ha effettuato una revisione dei propri sistemi di sicurezza e già spento le telecamere.

Egli ha aggiunto che i funzionari stanno rivedendo le propria politica relativa alla consegna dei computer portatili agli studenti e esplorando nuove tecniche di sicurezza che non invadano la privatezza degli studenti.

“Ci dispiace”, ha detto McGinley, “che questa situazione abbia creato preoccupazione e disagio per gli studenti e per le loro famiglie”.

Un copula statounitese in Pennsylvania comenciava un processo legal in nomine de su filio contra un districto scholar que prestava computatores portabile a studentes de scholas secondari.

Michael e Holly Robbins legalmente processva le districto del schola in nomine de lor filio e del altere studentes que recipeva computatores portabile del districto scholar.

Illes explicava que lor filio esseva reprimendate per le autoritates scholar “pro esser involvite in un compotamento inappropriate in su casa” e que le evidentia esseva registrate per un camera occulte intra le computator portabile que le schola habeva date a ille.

Le schola diceva que le cameras se habeva installate de maniera que le computatores poteva esser trovate in caso de furto o perdita.

Le schola del districto Lower Merion dava le computatores a su 1.800 studentes qui attende duo scholas secundari in le area con le proposito de provider a illes accesso a materiales didactic le vinti e quatro horas del die, indicava le schola in le sito que illo ha in le Rete.

Le senior e le seniora Robbins accusa al autoritates del districto scholar de invader le privacitate de iste adolescents al registrar clandestinemente lor activitates.

Illes addeva que le cameras occulte esseva activate per controlo remote e que le imagines registrate poteva includer ulle cosa que stava a succeder in un camera in le qual il habeva un de iste computatores portabile.

Le texto de lor accusation demanda que, inter altere cosas, que “[d]ate que le computatores portabile esseva utilisate in le casas del studentes per illes mesme, per lor familiares, e per lor amicos, nos pensa que multes ex le imagines registrate e archivate poteva contener situationes compromittente, includente corpores semivestite o compltemente nude”.

Recentemente, le schola del districto Lower Merlon montava a su sito digital un littera dirigite al patres de familia in le qual illo diceva que le autoritates scholar “sempre ha facite grande effortios pro proteger le privacitate de lor studentes”.

In le littera, le superintendente scholar, Chistopher McGinley, explicava con grande detalio le functionamento del camera de securitate e diceva que illo solmente se activava quando un computator determinate habeva essite robate o perdite.

“Le camera de securitate se trova limitate a prender solmente un photographia del persona sedite ante le computator”, diceva McGinley, “e se utilisava solmente con le proposito de localisar un computator robate o perdite. Le autoritates del districto nunquam activava le camera de securitate pro ulle altere proposito”.

Nonobstante, McGinley diceva que le districto ha realisate un revision de su systemas de securitate e jam ha disactivate le cameras.

Ille indicava anque que illes sta a revider lor politicas pro le livration de computatores portabile a lor studentes e a studiar nove technicas de securitate que non invade le privacitate del studentes.

“Nos lamenta”, diceva McGinley, “que iste situation ha create preoccupation o inconvenientias al studentes e lor familias”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: