Le climatologos del mundo comencia a defender se.

(Languages of this post: Italian, Interlingua)

I climatologi del mondo iniziano a difendersi.

Da un periodo di mesi vi sono state moltissime critiche rivolte ai climatologi che ci hanno messo in guardia sui problemi del riscaldamento globale. Fino ad oggi, essi hanno respinto i loro critici come degli ignoranti con cui non valeva esser coinvolti.

Ma la quantità delle critiche e la misura del dubbio che sono stati espressi da parte del pubblico hanno continuato a crescere, e molti scienziati hanno concluso che essi stanno affrontando una crisi di fiducia dei cittadini e che devono combattere attivamente tale crisi. Esitantemente e con riluttanza, essi hanno cominciato a rispondere alle critiche, ad ammettere i propri errori, a pubblicare i loro dati apertamente e a riformare le loro abitudini di lavoro.

Lo scorso autunno la pubblicazione di centinaia di messaggi di posta elettronica inviati da un gruppo di climatologi presso l’Università di East Anglia e più recenti rivelazioni di un piccolo gruppo di errori in una relazione con una reputazione di integrità e affidabilità delle Nazioni Unite ha creato quello che un numero significante di scienziati molto importanti dicono sia un enorme deficit di fiducia nelle conclusioni dei loro progetti di ricerca da una parte molto ampia del settore pubblico. Essi hanno concluso che questa crisi rischia di minare decenni di ricerca e ha già danneggiato notevolmente la fiducia del pubblico nella stessa impresa scientifica.

La pubblicazione di queste e-mail, note come “Climategate” dai critici del riscaldamento globale, ha rivelato l’arroganza e ciò che un climatologo famoso ha definito “i sentimenti di tribalismo” tra molti di essi. Questa corrispondenza ha dimostrato quelli che sembrano essere sforzi di limitare la pubblicazione di opinioni opponenti le conclusioni generalmente accettate dal gruppo. Alcuni di questi messaggi hanno rivelato alcuni sforzi da parte di alcuni eminenti climatologi di nascondere i dati sulla temperatura a ricercatori rivali e di manipolare i risultati per arrivare alle stesse conclusioni a cui essi erano già arrivati.

“Ovviamente, ho scritto alcuni terribili messaggi di posta elettronica”, ha confessato Phil Jones, il climatologo inglese al centro della controversia, ad una commissione speciale del Parlamento britannico. Ma egli si è difeso energicamente dalle accuse di aver occultato o falsificato i suoi dati. Alcune delle accuse contro il dottor Jones si sono rivelate infondate, ma le indagini proseguono su altre che sono piuttosto gravi.

Questo scandalo, però, ha gravemente danneggiato la reputazione della disciplina della climatologia stessa. Uno studio di Yale e George Mason University ha scoperto che il numero di americani che credono che il riscaldamento globale sia una truffa o una cospirazione scientifica è più che raddoppiato dal 2008, dopo aver aumentato dal 7% al 16% della popolazione totale. Un altro gruppo di americani, il 15% del totale, ha detto di credere che, anche se il nostro pianeta si sta riscaldando, il problema è solo il risultato di fattori naturali e non è importante.

La tribù dei climatologi ora sa che i suoi membri sono di fronte a un problema grave e stanno cominciando a cercare un modo per ripristinare la loro reputazione. “È chiaro che la comunità dei climatologi, non è stata preparata alla ferocia generale degli attacchi contro di loro, ed essi non hanno risposto in modo rapido e appropriato”, ha detto Peter C. Frumhoft, un ecologista e lo scienziato capo della Union of Concerned Scientists. “Abbiamo bisogno di riconoscere i nostri errori e lavorare per deviare l’attenzione del pubblico da ciò che sta accadendo nella blogosfera a ciò che sta accadendo in atmosfera”.

Un certo numero di istituzioni stanno iniziando a migliorare la qualità della loro scienza e aumentare la trasparenza del loro lavoro. L’agenzia britannica che sopravede l’attività dei climatologi in quel paese sta rievalutando nuovamente tutti i dati sulla temperatura dell’atmosfera e presto metterà a disposizione del pubblico in generale tutti i suoi archivi e le analisi, consentendo ad altri di esaminare i loro metodi e le loro conclusioni. E anche l’organizzazione delle Nazioni Unite sulla climatologia sta cominciando a difendersi.

Due università stanno studiando il lavoro dei capi climatologi per determinare se essi hanno violato principi generali accademici e ingiustificatamente hanno minato la fiducia generale del pubblico nei confronti della scienza. L’Accademia Nazionale Americana delle Scienze si appresta a pubblicare una relazione per il pubblico con uno schizzo di ciò che è conosciuto oggi e ciò che è ancora sconosciuto sui cambiamenti del clima globale. E i membri della comunità climatiche stanno energicamente discutendo su come si possa aumentare la trasparenza del loro lavoro e ristabilire la fiducia del pubblico nelle loro attività.

Ma Willis Eschenbach, un ingegnere fortemente critico nei confronti della climatologia, che pubblica spesso nei blog che criticano la climatologia, ha detto questo: “Non voglio che essi imparino un modo migliore di inventare propaganda per una scienza difettosa. Io non voglio che ispirino fiducia con l’uso di pratiche innovative e ingannevoli che producono solamente bugie più efficaci. Ciò che i climatologi devono fare è interrompere la produzione di rifiuti e insistere sui fatti scientifici.”

Ralph J. Cicerone, il presidente dell’Accademia Nazionale delle Scienze, la più prestigiosa scientifica organizzazione degli Stati Uniti, ha detto di vedere il pericolo che la mancanza di fiducia del pubblico nella climatologia possa maturare in una crisi generale di rispetto da parte di molti settori della popolazione in tutte le discipline della scienza stessa. Cicerone ha detto che gli scienziati del mondo devono controllarsi in modo più efficace e compiere maggiori sforzi per rispondere ai loro critici più fortemente in radio, in televisione e in Internet.

“Questa è un’attività in cui non abbiamo molta esperienza, ha detto il Dott. Cicerone, uno specialista in chimica atmosferica. La battaglia è asimmetrica, nel senso che gli scienziati hanno l’abito di sostenere le loro scoperte con osservazione attenta ed esperimenti ripetibili, mentre i loro critici hanno la libertà di fare dichiarazioni senza l’appoggio di elementi provanti che il lavoro scientifico sia fraudolento”.

“Dobbiamo spiegare in modo più efficace che c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare e che il nostro lavoro non può essere caratterizzato da certezza assoluta”, ha detto John P. Holdren, uno scienziato ambientale e consulente della Casa Bianca. “Ma dobbiamo anche comunicare al pubblico che le occasioni in cui un ampio consenso scientifico è demolito da uno scienziato eretico sono molto rare.”

Nessuna organizzazione scientifica è esaminata in modo più critico che il “Gruppo Intergovernativo” delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, che raccoglie e organizza gli studi più “definitive” sui cambiamenti climatici da centinaia di scienziati di tutto il pianeta per guidare i governi del mondo nelle loro decisioni quando deliberano per determinare nuove politiche sul riscaldamento globale. I critici di questa organizzazione, citando alcuni errori minori nella sua più recente relazione, hanno accusato il suo direttore, Rajanda K. Pachauri, di avere conflitti di interesse nella sua supervisione della pubblicazione e vogliono che questo organismo delle Nazioni Unite sia eliminato o radicalmente riformato.

Dopo settimane di confronto con i loro critici, questa organizzazione ha annunciato che avrebbe richiesto la creazione di un comitato indipendente che riveda i suoi metodi di funzionamento e cerchi di eliminare gli errori e possibili conflitti di interessi nelle sue pubblicazioni in futuro. Ma anche dopo aver fatto queste modifiche, il dottor Pachauri ha insistito sul fatto che tutto il lavoro precedente dell’organizzazione fosse valido. “Gli scienziati del mondo devono continuamente guadagnarsi il rispetto del pubblico”, ha detto il dottor Pachauri, “o correremo il rischio di cadere in un nuovo Medioevo oscurantista in cui l’ideologia è più importante della ragione”.

Ma alcuni climatologi dicono che rispondere agli scettici del loro lavoro sia completamente inutile. “I climatologi del mondo vengono pagati per studiare il clima”, ha dichiarato Gavin A. Schmidt, un climatologista del’Istituto Goddard Institute per lo Studio della NASA . “Essi non hanno l’obbligo di convincere l’opinione pubblica”.

Egli ha detto che la critica recente della climatologia è stato ispirato tanto da questo inverno particolarmente freddo, come da ciò che il pubblico percepisce come le irregolarità nel lavoro dei climatologi del mondo. “Ci sono sempre state persone che ci hanno accusato di essere criminali e corrotti imbroglioni”, ha detto il Dott. Schmidt. “La novità è che questa paranoia, combinata con l’inverno freddo in corso negli Stati Uniti e l’e-mail del Climategate, ha prodotto una tempesta che ha dato temporaneamente potere a questo gruppo di idioti. La vendetta migliore che possiamo avere nei loro confronti è di continuare a produrre validi studi scientifici “.

Le climatoloogs del mundo comencia a defender se.

(Languages of this post: Interlingua, English, Italian)

Pro un periodo de menses il ha habite multe criticos del climatologos qui nos ha prevenite sur le problemas de calefaction global. Usque nunc, illes ha dimittite lor criticas como ignorantes con le quales il non esseva necesse ingagiar se.

Ma le quantitate de criticismo e le profunditate del dubito exprimite per le publico solmente se ha crescite, e multe scientistas ha concludite que illes sta a confrontar un crise de confidentia public contra le qual illes activemente debe luctar. Tentativemente e reluctamente, illes ha comenciate a responder a lor criticas, recognoscer lor proprie errores, publicar apertemente lor datos, e reformar lor habitos de travalio.

Le publication le autumno passate de centenares de messages de e-mail de un gruppo de climatologos del Universitate de East Anglia e revelationes plus recente de un parve gruppo de errores in un reporto con un reputation de integritate e confiabilitate del Nationes Unite ha create lo que un numero significante de scientistas multo prominente crede es un enorme carentia de confidentia in le conclusiones de lor projectos de recerca per grandissime sectores del publico. Illes ha concludite que iste crise menacia minar decadas de lor recerca e ha significanatemente damnificate le confidentia del publico in le interprisa scientific mesme.

Le publication de iste e-mails, cognoscite como “Climategate” per le criticos del calefaction global, ha revelate arrogantia e lo que un famose climatologo appellava “sentimentos de tribalismo” inter multes de illes. Iste correspondentia ha monstrate lo que appare esser effortios pro limitar le publication de opiniones que oppone le conclusiones generalmente accipite per le gruppo. Alicunes de iste messages revelava certe effortios de unes climatologos prominente pro celar datos de temperaturas de recercatores rival e de manipular lor resultatos pro conformar a conclusiones al quales illes jam habeva arrivate.

“Obviemente, io ha scribite alicun terribile messages de e-mail”, confessava Phil Jones, le climatologo britannic al centro del controversia, a un committee special del parlamento Britannic. Ma ille se defendeva fortissimemente contra allegations de haber celate o falsificate su datos. Alicunes del allegationes contra le Dr. Jones ha essite revelate como false, ma on totevia sta a investigar alteres que es assatis seriose.

Iste scandalo tamen ha damnificate seriosemente le reputation del disciplina de climatologia mesme. Un studio per Yale University e George Mason University trovava que le numero de americanos qui crede que le calefaction global es un fraude o conspiratia scientific se ha multiplicate per plus que duo vices desde 2008, de 7% a 16% del population total. Un altere gruppo de americanos, 13% del total, diceva que illes crede que mesmo si nostre planeta se califace, le problema es solmente le resultato de factores natural e non es un problema significante.

Le tribo de climatologos nunc sape que su membros sta a confrontar se con un problema significante e comencia a cercar manieras de recuperar lor reputation. “Il es clar que le communitate de climatologos non esseva preparate pro le ferocitate general del attaccos contra illes, e illes non ha respondite rapidemente e appropriatemente”, diceva Peter C. Frumhoft, un ecologo e scientista principal del Union of Concerned Scientists. “Nos ha besonio de recognoscer nostre errores e travaliar pro diverter le attention del publico de lo que passa in le blogosphera a lo que passa in le atmosphera.”

Un numero de institutiones nunc comencia a meliorar le qualitate de lor scientia e a augmentar le transparentia de lor travalios. Le agentia Britannic que survelia le activitates del climatologos in ille pais nunc sta a re-evaluar omne su datos sur le temperatura del atmosphera e tosto facera disponibile al publico general omne su archivos e analyses, permittente que alteres examina lor methodos e conclusiones. E le organisation del Nationes Unite sur le climatologia comencia a defender se.

Duo universitates sta a investigar le travalio del climatologos principal pro determiner si illes ha violate principios academic general e ha minate injustificabilemente le confidentia general del publico in le scientia. Le Academia National de Scientias del Statos Unite prepara a publicar un reporto pro le publico in general con un schizzo de lo que on nunc sape e lo que on totevia non sape sur le cambios in le clima global. E le membros del communitate climatologic sta a debatter vigorosemente como illes pote augmentar le transparentia de lor travalio e re-establir le confidentia del publico in lor activitates.

Ma Willis Eschenbach, un ingeniero e forte critico del climatollogia qui publica sovente in blogs que critica le climatologia diceva isto: “Io non vole que on apprende melior manieras de facer propaganda pro scientia defectuose. Io non vole que on apprende a inspirar confidentia per le uso de practicas innovative e deceptive que solmente produce mentitas plus efficace. Lo que le climatologos debe facer es stoppar le production de immunditias e insister que illo es scientia.”

Ralph J. Cicerone, le presidente del Academia National de Scientias, le plus prestigiose organisation scientific in le Statos Unite, diceva que ille videva un periculo que le carentia de confidentia del publico in le climatologia poterea crescer a in un crise general de respecto per multe sectores del population in omne le disciplinas del scientia mesme. Ille diceva que le scientistas del mundo debe surveliar se plus efficacemente e facer plus grande effortios pro responder plus fortemente a lor criticos in le radio, television, e Internet. “Iste es un activitate in le qual nos non ha multo experientia”, diceva le Dr. Cicerone, un specialista in le chimia atmospheric.

Le battalia es asymmetric in le sentito que scientistas es accostumate a appoiar lor discoperimentos con observation attente e experimentos replicabile, durante que lor criticos ha le libertate de facer asseverationes sin le appoio de evidentia que le travalios del scientia es fraudulente.

“Nos debe explicar plus efficacemente que il sempre a alique nove a apprender e que nostre travalio non pote esser characterisate per le certitude total”, diceva John P. Holdren, un scientista ambiental e consiliero al Casa Blanc. “Ma nos anque debe communicar al publico que le occasiones quando un grande consenso scientific es demolite per un heretico scientific es multo rar.”

Nulle organisation scientific se trova sub examination plus critic que le Panello Intergovernamental sur Cambios Climatic del Nationes Unite, que compila e organisa le studios le plus “definitive” sur cambios climatic de centenares de scientistas in omne le partes del planeta pro guidar le governamentos del mundo in lor decisiones durante que illes delibera pro arrivar a nove politicas sur le calefaction global. Le criticos de iste organisaton, citante diverse errores assatis minor in su reporto le plus recente, ha accusate su director, Rajanda K. Pachauri, de haber conflictos de interesse in su surveliantia del publication e vole que on elimina o reforma radicalmente iste organismo del Nationes Unite.

Post septimanas de confrontar su criticas iste organismo annunciava que illo demandarea le creation de un panello independente pro revider su methodos de operation pro essayar a eliminar errores e possible conflictos de interesse de su publicationes in le futuro. Ma mesmo durante que ille faceva iste cambios, le Dr. Pachauri insisteva que omne le travalio previe del organismo esseva valide. “Le scientistas del mundo debe continuemente ganiar le respecto del publico”, diceva le Dr. Pachauri, “o nos curre le risco de cader in un nove Etate Obscur in le qual le ideologia es plus potente que le ration”.

Ma alicun climatologos diceva que responder al scepticos de lor travalios esseva completamente inutile. “On paga le climatologos del mundo pro studiar le clima”, diceva Gavin A Schmidt, un climatologo senior del Instituto Goddard pro Studios del Spatio de NASA. “Illes non ha le obligation de persuader le publico.”

Ille diceva que le recente criticos del climatologia habeva essite inspirate tanto per iste hiberno exceptionalmente frigide como per lo que le publico percipe como irregularitates in le travalio del climatologos del mundo. “Il sempre ha habite personas qui nos accusa de esser criminales e fraudatores corrupte”, diceva le Dr. Schmidt. “Lo que es nove es que iste paranoia, combinate con le actual inverno frigide del Statos Unite e le e-mails de Climategate, ha producite un tempesta que ha date potentia temporanee a iste gruppo de idiotas. Le melior vengiantia que nos pote haber contra illes es continuar a producer studios scientific valide.”

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: